This site uses technical, analytics and third-party cookies.
By continuing to browse, you accept the use of cookies.

Preferences cookies

Passaporti

Il passaporto è un documento di viaggio e di riconoscimento rilasciato in Italia dalle Questure e all’estero dalle Rappresentanze diplomatico-consolari. La competenza al rilascio del passaporto dipende dal luogo di residenza. Possono dunque richiedere il passaporto all’Ambasciata a Colombo i cittadini italiani residenti nello Sri Lanka o nelle Maldive e regolarmente iscritti all’AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero). Le richieste di rilascio del passaporto da parte di coloro che non sono residenti nello Sri Lanka o alle Maldive saranno accolte in casi gravi ed eccezionali, opportunamente documentati. In questi casi il rilascio è comunque subordinato alla concessione di nulla osta e delega da parte dell’Autorità (Questura o Ufficio consolare) competente in base al luogo di residenza dell’interessato.

Il passaporto ha validità di 10 anni, trascorsi i quali occorre richiedere un nuovo passaporto. Il D.M. n. 303/13 del 23 marzo 2010 ha introdotto, a partire dal 20.05.2010, l’obbligo di acquisire, oltre alla foto, anche le impronte digitali e la firma del titolare del passaporto. L’emissione del passaporto elettronico con le impronte digitali richiede quindi la presenza fisica degli interessati presso l’Ufficio consolare in Ambasciata a Colombo, ovvero presso l’Agenzia Consolare onoraria a Malè. L’acquisizione delle impronte digitali non è necessaria per i minori di 12 anni, pertanto non è necessaria la loro presenza fisica in Ambasciata, purché una delle 2 foto necessarie per il passaporto sia stata autenticata da una pubblica autorità.

Si richiama l’attenzione sul fatto che il rilascio del passaporto italiano è comunque subordinato al possesso della cittadinanza italiana, e che tutti coloro che siano nati all’estero dovranno comprovare di aver richiesto la trascrizione del proprio atto di nascita nei registri di Stato Civile del competente Comune in Italia. Laddove l’atto di nascita del connazionale non sia già trascritto in Italia, l’interessato dovrà – prima della richiesta di passaporto – procedere a far legalizzare il proprio atto di nascita, se srilankese o maldiviano (per info: Procedura legalizzazioni) e a richiedere la trascrizione.

Richiesta di rilascio di un nuovo passaporto
La domanda di rilascio del passaporto, da formulare utilizzando il modulo che si può scaricare in fondo a questa pagina, deve essere sottoscritta personalmente dal richiedente, e deve essere corredata da:

  • passaporto scaduto o valido per un periodo inferiore a 90 giorni dalla data di presentazione della richiesta o esaurito nelle pagine o deteriorato;
  • 2 fotografie formato tessera recenti, di cui una legalizzata ai sensi dell’art. 34 del D.P.R. 445/200, uguali, frontali, a colori su fondo bianco, conformi alle direttive della Convenzione dell’International Civil Aviation Organization (specifiche del Documento ICAO 9303). Per i maggiorenni e per i minori che abbiano più di 12 anni l’autenticazione di una foto viene effettuata direttamente al momento del rilascio, per i minori aventi meno di 12 anni, qualora non siano presenti al momento del rilascio del passaporto, l’autenticazione di una foto dovrà comunque essere stata effettuata da una pubblica autorità.

È opportuno anticipare sia il modulo di richiesta del passaporto che la documentazione necessaria per il rilascio a mezzo posta elettronica all’indirizzo consolare.ambcolombo@esteri.it , sempre accompagnati da copia della pagina del passaporto posseduto dove sono riportate le generalità e la firma, ESCLUSIVAMENTE IN FORMATO PDF E CON RISOLUZIONE NON SUPERIORE AI 200 DPI. L’INVIO DI FILE PIU’ PESANTI RENDERA’ IMPOSSIBILE LA LORO RICEZIONE. Successivamente sarà possibile prenotare un appuntamento in Ambasciata tramite portale https://prenotami.esteri.it . Il giorno dell’appuntamento saranno acquisiti i dati biometrici e verrà rilasciato il passaporto.

Dal 14 giugno 2023 sono in vigore importanti modifiche all’art. 3, lettera b) della Legge 1185/1967 (“Norme sui passaporti”), in base alle quali per i genitori con prole di minore età minore non è più obbligatorio presentare l’assenso dell’atro genitore, ma è sufficiente che l’interessato autocertifichi di non essere sottoposto a inibitoria al rilascio del passaporto.

Il passaporto per i minori
Dal 26 giugno 2012, è obbligatorio il passaporto individuale per tutti i minori di età, pertanto non è più possibile ottenere la loro iscrizione sui passaporti dei genitori. I passaporti dei genitori che recano tuttora l’iscrizione di figli minori rimangono comunque validi ma per il solo genitore fino alla naturale scadenza del documento.
Per i maggiori di 12 anni è obbligatoria l’acquisizione della firma e delle impronte digitali.

Per il rilascio sono necessari:

  • l’assenso di ambedue i genitori ovvero la domanda di passaporto sottoscritta da entrambi i genitori;
  • la presenza di almeno un genitore e dei minori a partire dal compimento del 12° anno di età.

La validità del passaporto è di:

  • 3 anni per i minori da 0 a 2 anni;
  • 5 anni per i minori da 3 fino a 17 anni.

Per il rilascio del passaporto in favore dei minori, occorre presentarsi in Cancelleria consolare con la seguente documentazione:

  • una richiesta da formulare secondo il modello in fondo a questa pagina, firmata da entrambi i genitori, oppure da uno dei genitori con l’atto di assenso dell’altro genitore, completo della fotocopia di un documento d’identità dello stesso;
  • 2 fotografie formato tessera uguali, frontali, su sfondo bianco e conformi alle direttive della Convenzione dell’International Civil Aviation Organization (ICAO), di cui una deve essere autenticata come chiarito sopra;
  • certificato di nascita (ove non sia stato ancora trascritto nei registri di Stato Civile in Italia), debitamente legalizzato;
  • il passaporto eventualmente posseduto in precedenza.

DICHIARAZIONI DI ACCOMPAGNAMENTO
I minori di età inferiore a 14 anni che devono viaggiare senza i genitori o gli esercenti la potestà parentale, devono essere muniti di apposita dichiarazione di accompagnamento da richiedere preventivamente presso l’autorità consolare o la Questura competente compilando la relativa domanda.

Tale dichiarazione va sottoscritta dagli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria, alla presenza del funzionario addetto. La dichiarazione può essere anche presentata già sottoscritta, anche per fax o per via telematica, e in tal caso è necessario allegare una copia fotostatica non autenticata di un documento di identità. Deve essere sempre autenticata da un funzionario la firma del genitore o del tutore cittadino di un Paese non aderente all’Unione Europea e non regolarmente residente in Italia. L’autorizzazione verrà rilasciata sulla base della dichiarazione di accompagnamento dei genitori o degli esercenti la potestà, e recherà il nome della persona o della ditta o compagnia aerea cui i minori verranno affidati per il viaggio. In alternativa, tale nome potrà essere riportato, a richiesta degli esercenti la potestà genitoriale, sul passaporto del minore. La dichiarazione di accompagnamento e l’autorizzazione sono valide per un solo viaggio di andata e ritorno.

Furto o smarrimento del passaporto

Coloro che abbiano subito il furto del passaporto o che lo abbiano smarrito nello Sri Lanka o alle Maldive devono innanzitutto sporgere al più presto regolare denuncia alle Autorità di polizia locali, presso la stazione di polizia più vicina. Una seconda denuncia deve essere inoltre sottoscritta per le Autorità italiane. Sarà quindi possibile richiedere il rilascio di un nuovo passaporto alla Cancelleria consolare dell’Ambasciata, in caso di residenza nella Circoscrizione consolare, oppure di un Emergency Travel Document (ETD) nel caso in cui gli interessati si trovino solo temporaneamente nello Sri Lanka o alle Maldive e necessitino di far subito rientro in Italia. Maggiori informazioni sugli ETD sono disponibili qui.

Percezioni consolari

In base alla legge n. 89 del 2014, per il rilascio del passaporto è previsto il pagamento di una percezione consolare di 116.00 Euro, ovvero 73.50 Euro per il contributo amministrativo e 42.50 Euro per il libretto.
La normativa vigente non prevede più il pagamento di una tassa annuale di passaporto.
Le percezioni consolari devono essere saldate in valuta locale al tasso di cambio ministeriale stabilito trimestralmente.

Ulteriori informazioni in materia di passaporti e documenti di viaggio sono disponibili qui.

Moduli:

Domanda di PASSAPORTO

Domanda di passaporto per minorenni

Atto di assenso al rilascio del passaporto in favore del figlio minorenne